Lo sfogo

Piccoli e grandi sfoghi personali sulle sventure che mi capitano

Dic
08

Manutenzione in corso

Categoria Pensieri

Visto che la situazione lavorativa è tranquilla, i clienti sono via o comunque sono impegnati con gli acquisti natalizi, gli amministratori sono in vacanza e via discorrendo, in questi giorni mi sono dedicato anche alla manutenzione dei blog, sia miei che quelli che gestisco.

Così ho potuto mettere a frutto i consigli del buon Camu (che mondo sarebbe senza Camu?), ho installato un paio di plug-in (qua ho messo quello per comprimere l’archivio, ora occupa meno spazio il box nella barra laterale, in un altro ho messo quello che avvisa automaticamente quando il post che si sta leggendo è molto vecchio), ho anche aggiornato i plug-in installati (l’unico che non ho toccato è Nextgen Gallery, tutte le volte mi fa impazzire per farlo rifunzionare, per ora se ne resta così) e per concludere ho aggiornato wordpress all’ultima versione, almeno eviterò problemi di sicurezza.

Ora vedrò quali altre idee farmi venire in mente per poi metterle in pratica!

Dic
07

Film: Io & Marley

Categoria Film

Visto l’attuale ponte (lavorativo per il sottoscritto), dopo aver fatto l’albero di Natale (non ho ancora messo le lucine fuori), io e la mia metà abbiamo pensato di sfruttare l’attuale promozione di Blockbuster che permette il noleggio di ben quattro DVD per cinque giorni, il tutto per € 10,00.

Tra le scelte c’è stato questo film interpretato da Jennifer Aniston ed Owen Wilson ed un labrador molto simpatico. Sulle prime sinceramente, leggendo la trama, ho pensato ad una copia di Beethoven, invece il film è veramente ben fatto e simpatico, inizia come una commedia, con il labrador cucciolo che combina una marea di guai di ogni tipo, tanto che viene più volte definito “il peggior cane del mondo”, con il passare del tempo i due interpreti bipedi decidono di avere dei figli, cambiare città, casa, il bellissimo Marley continua a combinare guai di ogni tipo.

Il finale è un po’ amaro e devo ammettere che trattenere la lacrima è veramente difficile. Bellissimo ed adatto a tutta la famiglia.

Scheda:
Titolo originale:     Marley & Me
Nazione:     U.S.A.
Anno:     2008
Genere:     Commedia
Durata:     120′
Regia:     David Frankel
Sito ufficiale:     www.marleyandmemovie.com

Cast:     Jennifer Aniston, Owen Wilson, Alan Arkin, Kathleen Turner, Haley Bennett, Clarke Peters, Eric Dane, Jennifer Wiener, Haley Hudson, Victoria Roman
Produzione:     Fox 2000 Pictures, Regency Enterprises
Distribuzione:     20th Century Fox
Data di uscita:     03 Aprile 2009 (cinema)

Trama:
Mentre cade la neve la notte delle loro nozze, i neosposi John e Jenny Grogan (Owen Wilson e Jennifer Aniston) decidono di lasciarsi alle spalle il rigido inverno del Michigan e partono per il sud per iniziare una nuova vita a West Palm Beach, in Florida. Trovano lavoro come giornalisti in due quotidiani locali concorrenti, comprano la loro prima casa e iniziano ad affrontare le sfide della vita matrimoniale e del nuovo lavoro, oltre a prendere in considerazione l’idea di cambiare per sempre la loro vita mettendo su famiglia. John, che non è certo di essere pronto a diventare padre, confessa i suoi timori all’amico e collega Sebastian, che ha per lui la soluzione perfetta: regalare a Jenny un cucciolo. “Niente di più facile”, afferma Sebastian. “Lo porti a spasso, gli dai da mangiare, lo fai uscire ogni tanto”. E così arriva Marley. I Grogan adottano un graziosissimo labrador biondo di cinque chili che, in breve tempo, diventa un rullo compressore: quarantacinque chili di energia incontrollata che trasformano la casa dei Grogan in un’area disastrata. La scuola di addestramento non ha alcun esito: Marley stacca a morsi pezzi di cartongesso dalle pareti, morde il divano, rovescia i secchi dell’immondizia, ruba un tacchino il giorno del Ringraziamento, distrugge cuscini e fiori, beve l’acqua del water e insegue il fattorino dell’UPS. Perfino una costosa collana appena acquistata non è al sicuro dalle voraci bravate di Marley. Nel marasma che crea nel corso degli anni, Marley osserva i Grogan vivere gli alti e bassi della vita familiare, cambiare lavoro e casa e, soprattutto, affrontare la miriade di difficoltà tipiche di una famiglia in crescita. Come John e Jenny realizzano, Marley – “il cane peggiore del mondo” – in qualche modo tira fuori il meglio da loro.

Dic
04

Festa dei Vigili del Fuoco

Categoria Pensieri

Oggi è Santa Barbara, protettrice del corpo dei Vigili del Fuoco che ogni giorno rischiano la vita per aiutare chi si trova in difficoltà e ha necessità di aiuta anche per una porta rimasta bloccata o la cucina a gas che prende fuoco.

Ogni tanto i Vigili del Fuoco protestano per i loro stipendi, bassi e non commisurati ai rischi a cui alle volte vanno incontro (basti pensare agli incendi estivi dei boschi o i loro interventi durante il terremoto in Abruzzo), ma sembra che lo Stato alle volte non sia molto interessato.

Alle volte in casa scherzo sul fatto che quando succede qualcosa che viene prontamente documentato dalle televisioni, chi chiamerai? I Vigili del Fuoco che intervengono per qualsiasi cosa.

Oggi ci saranno festeggiamenti in tutte le caserme d’Italia e commemorazioni. Con questo post anch’io voglio unirmi ai loro festeggiamenti riportando la loro preghiera.

Preghiera del Vigile del Fuoco

Iddio, che illumini i cieli e colmi gli abissi,
arda nei nostri petti, perpetua,
la fiamma del sacrificio.

Fa più ardente della fiamma
il sangue che scorre nelle vene,
vermiglio come un canto di vittoria.

Quando la sirena urla per le vie della città,
ascolta il palpito dei nostri cuori
votati alla rinuncia.

Quando a gara con le aquile
verso Te saliamo,
ci sorregga la Tua mano piagata.

Quando l’incendio, irresistibile avvampa,
bruci il male che si annida nelle case degli uomini,
non la ricchezza che accresce la potenza della Patria.

Signore, siamo i portatori della Tua croce,
e il rischio è il nostro pane quotidiano.

Un giorno senza rischio non è vissuto,
poichè per noi credenti la morte è vita,
è luce: nel terrore dei crolli,
nel furore delle acque,
nell’inferno dei roghi.

La nostra vita è il fuoco,
la nostra fede è Dio
Per Santa Barbara Martire.

Dic
02

Libreria sconfinata e varia

Categoria Pensieri

Domenica stavo mettendo un po’ di ordine sul mio PC e stavo ascoltando un po’ di musica, mi è così caduto l’occhio sulla barra di iTunes dove vengono riassunte alcune informazioni sulla libreria degli MP3 e ho notato quanta musica ho collezionato negli anni.

Sono arrivato ad avere svariati gigabyte di MP3 per una durata complessiva di 9 giorni di musica ininterotta! La cosa più divertente è che ci sono veramente una marea di generi che alle volte sembrano quasi fare a botte tra loro, infatti si passa dalla classica (Bach, Beethoven, etc.), per passare al rock, alla dance (progressive, trance, techno), qualcosa di italiano (non apprezzo molto la musica italiana canonica), molta straniera che spazia dal pop all’hip-hop (meglio se old-school).

Le utlime cose che ho aggiunto in ordine di tempo sono stati alcuni pezzi di Michael Jackson che mi mancavano (ho riversato sul computer anche un paio di CD, per semplicità di ascolto) e parecchie traccie di musica da discoteca delgli anni ’90 (Mystic Force, Ricky Le Roy, etc.) che mi hanno accompagnato e regalato molte emozioni.

A breve sto valutando se aggiungere alla mia playlist qualcosa di Allevi, ma non sono ancora sicuro, nonostante la sua musica mi piaccia molto. Se continuo così mi toccherà pensare ad un disco dedicato esclusivamente alla musica, anche perchè sto seriamente pensando di riversare in MP3 tutti i CD (che non sono per niente pochi) che ho acquistato negli anni.

Dic
01

Libri: Cody McFadyen – Io confesso

Categoria Libri

Terzo capitolo per la squadra FBI capitanata dall’agente speciale Smooky Barret che li vedrà alle prese con dei delitti seriali che hanno in comune i peccati che le vittime nascondono e che confessano solo poco prima di essere giustiziati.

Il libro, in puro stile McFadyen è alle volte agghiacciante ed aggressivo allo stesso tempo, per chi ha letto gli altri due capitoli non è una novità, l’autore sa come tenere incollati alle pagine i propri lettori, mentre studiano l’assassino che fino all’ultimo sembra essere molto furbo, nonostante i filmati che diffonde via internet. Ottimo, come sempre. Consigliato a chi ama l’azione e non è troppo schizzinoso per le scene descritte.

Trama:

L’agente Smoky Barrett sa come penetrare nei risvolti più oscuri dell’animo umano e il suo lavoro. all’FBI. è quello di stanare gli assassini più spietati, braccandoli senza pietà. Quando viene convocata a Washington per esaminare il cadavere di una giovane donna uccisa a bordo di un aereo, Smoky non riesce a immaginare perché vogliano affidarle un caso avvenuto così lontano da Los Angeles, la sua giurisdizione. Ma quando appura che lai vittima è un transessuale e che il padre è un potente senatore democratico, capisce che l’omicidio ha dei risvolti molto inquietanti. Anche il Predicatore colleziona segreti, i più atroci e vergognosi. Per lui, chi non confessa le proprie colpe davanti a Dio è un peccatore e per questo deve morire. Nei corpi delle sue vittime lascia una piccola croce d’argento, perché il mondo intero sappia che l’unica redenzione possibile è nella morte. La croce è la sua firma, quella che permetterà a Smoky di scoprire che la giovane trovata sull’aereo è solo la punta dell’iceberg e che la catena di delitti sembra non avere fine. Chi sarà il prossimo?

Nov
30

Dubai City

Categoria Pensieri

La nuova capitale del Dubai è diventata nel giro di pochi anni di interesse per molti, sia per le ingenti quantità di denaro che circolano all’interno degli Emirati Arabi Uniti, sia per la quantità di edifici particolari che vi sono stati costruiti.

In settimana in televisione è stato mostrato in televisione in anteprima l’edificio dall’interno, con i suoi quasi 900 mt e le particolarità che vi sono (il più grande centro commerciale del mondo con ben 1.200 negozi ed un acquario) ed una piscina posta al 74° piano.

Guardando le foto dei vari stadi di lavorazione della città si resta a bocca aperta, prima li c’era un deserto ed il mare, oggi una città con alberghi, penisole artificiali (la più nota è quella con la forma del simbolo del Dubai, la palma) e altre cose incredibili, il tutto sovrastato dal Burj Dubai (letteralmente torre di Dubai), l’edificio più alto del mondo (per ora, si prevede di costruire un edificio che raggiungerà quota 1.000 mt).

E’ noto che l’uomo sia affascinato dall’avvicinarsi il più possibile al cielo, cercando di sovrastare l’ambiente con edifici incredibile ed imponenti ed oggi tocca al medioriente dominare la terra da un edificio. Nella storia ci sono stati altri casi, partendo dalla Bibbia con la nota Torre di Babele, passando per le varie torri medievali sparse per l’Europa (un esempio tutto italiano sono le Torri degli Asinelli di Bologna e delle vicende legate ai loro ideatori).

Oggi guardando a questi colossi di acciaio, cemento e cristallo noto una strana somiglianza con la “Cittadella” di City 17 di Half Life 2 Episodio 1 che svetta ed opprime l’ambiente circostante. Non che questi edifici mi preoccupino, anzi mi incuriosiscono notevolmente e vorrei poterli vedere dal vivo, provando l’emozione che sicuramente si prova prendendo un ascesore che in circa 1 minuto porta a quota 800 mt e poter ammirare il panorama da lassù.

Nov
27

Le stranezze della tivì

Categoria Musica

In questi mesi non è che stia particolarmente attento a quello che passano in tivì, come sempre non è che ci siano molte cose interessanti, quindi la guardo poco.

In quel poco le uniche cose che guardo con regolarità sono Voyager (anche se alle volte non completanto l’argomento al 100%), The Mentalist e Grey’s Anatomy. Si lo so, Grey’s Anatomy, ma ho fatto l’errore di vederne due episodi tempo fa ed ora non ne perdo una puntata, sono rimasto coinvolto.

Quello che però mi infastidisce è che il giovedì, prima di Grey’s Anatomy, va in onda una puntata in replica di Dr. House (che mi piace ma avendo già visto quelle puntate non è che sia poi così interessante), portando l’inizio di Grey a quasi le 22.00! La cosa peggiore poi è che gli episodi di Grey sono due, quindi non si dorme prima di mezzanotte!

Vorrei sapere chi ha avuto la brillante idea di organizzare la serata in questa maniera, per stare a fare una replica di un telelfilm e poi mandarne in onda due episodi in prima visione di un altro non mi sembra una cosa tanto furba. Evitare la replica non era meglio? Mah, non capisco.

Nov
26

Che famiglia ingombrante!

Categoria Pensieri

Credo che a pochi sia capitato di avere una famiglia che assomiglia più a quella di Beautiful che ad altre famiglie più “normali”, ebbene c’è un ramo della mia famiglia che è veramente al di fuori dei canoni e della credibilità e molte volte mi sembra difficile credere ad alcuni avvenimenti, poi però penso a chi me li sta ricordando e capisco che non sto guardando un film.

Più o meno sono 20 anni che a cadenze quasi regolari avvengono fatti particolari che hanno come protagonisti cugini, zii ed annessi, senza esclusioni di sorta. Sembra quasi che anche i parenti acquisiti non siano immuni e vengano trascinati in un vortice di eventi al limite dell’impossibile.

Sempre più spesso mi sembra di vivere dentro i vecchi telelfilm “Ai confini della realtà” e in quanto a fantasia i miei parenti battono ogni sceneggiatore sulla faccia della terra, nemmeno dopo aver mangiato cozze con cinghiale si può pensare d’immaginare quello che ogni tanto (spesso) sento.

Ad ogni nuovo fatto nuovo in casa ci domandiamo se il limite è stato raggiunto, ma poi le nostre speranze vengono drasticamente distrutte da altri fatti ancora più incredibili di quelli che li hanno preceduti!

Non posso raccontare qua le cose che conosco, anche perchè non si sa mai chi potrebbe capitare qua a leggere, ma devo ammettere che vorrei proprio scrivere tutti i fatti per un libro, titolo? Una famiglia disastrosa, direi più che appropriato come titolo.

Mia suocera li ha definiti una famiglia pesante visti tutti i casini che sono successi! Come darle torto!

Tengo a sottolineare che per fortuna non frequentiamo molto il ramo, anche perchè non vorremmo ritrovarci coinvolti in questioni che spazziano dal grottesco al tragicomico, che spesso ci fanno ridere e parlare per diversi giorni, immaginandoci una eventuale evoluzione della situazione!

La cosa più divertente è che molte delle situazioni in qui i miei parenti si vanno ad infilarsi non sono dovute al fato, ma bensì sono scelte volontarie molto discutibili e che nel giro di poco si rivelano essere state sbagliate ed avventate!

Anche oggi ho avuto altre notizie, che mi piacerebbe condividere, ma che non posso condividere, ma non è escluso che un domani… con le dovute censure, epurazioni non si possa…

Nov
25

Umore nero

Categoria Pensieri

S’i’ fosse foco, arderei’ il mondo;
s’i’ fosse vento, lo tempestarei;
s’i’ fosse acqua, i’ l’annegherei;
s’i’ fosse Dio, mandereil en profondo;
s’i’ fosse papa, serei allor giocondo,
ché tutti ‘ cristiani embrigarei;
s’i’ fosse ‘mperator, sa’ che farei?
a tutti mozzarei lo capo a tondo.
S’i’ fosse morte, andarei da mio padre;
s’i’ fosse vita, fuggirei da lui:
similemente faria da mi’ madre.
S’i’ fosse Cecco com’i’ sono e fui,
torrei le donne giovani e leggiadre:
le vecchie e laide lasserei altrui.

Nov
24

Privatizzare l’acqua per risanare il bilancio?

Categoria Pensieri

Non ho idea di come si possa partorire questa idea, malsana per quanto mi riguarda. La settimana scorsa è passata una legge che tra le altre cose previste ne conteneva una veramente discutibile e che potrebbe avere risvolti pericolosi o comunque discutibili.

La privatizzazione delle fonti di acqua ed il relativo sfruttamento da parte di privati, con una minima (35%, dico bene?) partecipazione dello Stato, il tutto ovviamente per cercare di risanare i conti della nostra nazione che come al solito non stanno per niente bene.

L’acqua è uno degli elementi per cui senza la vita non può esistere, come la luce del sole e l’aria, per tali motivi deve essere fruibile a tutti. Se poi si pensa che l’acqua che arriva nelle singole case ne viene dalla raccolta di quella piovana, l’idea che venga privatizzata mi suona ancora più strano.

Ci sono state alcune proteste, tutto sommato blande e di poco conto, più interessante la morte del trans di Marrazzo o altri argomenti molto più frivoli. Sembra che le associazioni dei consumatori vogliano protestare e chiedere maggiori chiarimenti e rassicurazioni da parte dello Stato, dipende se quest’ultimo darà le spiegazioni e se saranno chiare (ne dubito molto).

C’è chi ovviamente denuncia un aumento della bolletta addirittura fino al 400%, c’è chi dice che non succederà nulla. Io sinceramente sono un po’ preoccupato, ormai ho capito che sono i cittadini a rimetterci.