Lo sfogo

Piccoli e grandi sfoghi personali sulle sventure che mi capitano

Set
28

Ma il comune ci prende in giro?

Categoria Pensieri

Avete presente quella strana sensazione che qualcuno ci stia prendendo per i fondelli per bene e senza cercare di farla da furbi? Penso sia capitato a tutti più di una volta.

Bene, in questi giorni ho questa sensazione e la cosa peggiore è che chi mi sta prendendo per i fondelli è proprio il comune!

Forse l’eco delle polemiche che stanno girando per Genova sono anche uscite oltre i confini della regione e hanno ragiunto anche le orecchie di chi non vive a Genova. Le polemiche a cui faccio riferimento sono quelle sulla moschea che verrà costruita poco distante da casa mia (sigh!) e che nonostante le proteste, le manifestazione e le raccolte di firme, capitanate dalla Lega Nord, non sono sono state ascoltate dal comune, proseguendo i lavori.

Non voglio entrare nel merito se è giusto o sbagliato far costruire una moschea a Genova ed in una zona discutibile e già affetta da problemi di varia natura, ma ho potuto notare alcuen cose molto strane.

Improvvisamente il comune ha deciso di far asfaltare parecchie strade della zona (sembrava di fare fuoristrada), tagliare l’erba nelle zone verdi (solitamente c’era una foresta), far spazzare i marciapiedi e altre cose. Stanno cercando di comprare il silenzio dei cittadini? A me pare proprio di si, anche perchè la zona è sempre stata in parte abbandonata a se stessa!

Set
26

Quante cose!

Categoria Pensieri

Rieccomi, non sono scappato e non mi sono dimenticato del blog, ho solo aggiornato saltuariamente il profilo su FB. Ho continuato a leggere i siti e blog che solitamente frequento ma non ho commentato.

In questi giorni ho avuto parecchio da fare, fortunatamente il lavoro procede bene e sono sempre a mezzo per le varie pratiche, inolte la settimana prossima sarà fortunatamente più impegnativa.

Per prima cosa ho dovuto tra le altre cose mettere in piedi un nuovo sito per un’associazione di geometri, sembra che la cosa sia piaciuta molto e per fortuna è andata in porto la mia idea.

Seconda cosa, finalmente è arrivato il PC nuovo e come previsto mi ha impegnato molto la parte di trasferimento dei dati dal vecchio al nuovo, tutto sommato l’installazione dei programmi è stata molto rapida e non ho incontrato molti problemi, solo lo scanner mi ha dato qualche pensiero che però è subito sparito ed una stampante HP (i driver ci sono ma la pagina del sito HP non funziona, in settimana li contaterò per avere informazioni in merito).

Altra cosa fatta in questi giorni è il cambio della gomma anteriore dello scooter che era arrivata alla frutta dopo 26.000 km, praticamente liscia e che con il cambio di stagione era diventata un po’ incerta, meglio prepararsi all’inverno ed alla pioggia. Quando farà un po’ più freddo metterò anche il Thermo Scudo della Tucano, così prenderò meno freddo e mi bagnerò molto meno (uso lo scooter sempre, anche in caso di pioggia!).

Ora mi restano ben 2 PC ed un portatile da vendere, a breve metterò un annuncio, non si sa mai che possano venire utili a qualcuno.

Set
22

Influenza suina

Categoria Pensieri

Ricevuta via mail, direi che pensandoci bene i concetti esposti non sono poi così improbabili.

A proposito di influenza suina
Un interessante documento dal Brasile:
L’IRONIA NEL SUO MIGLIOR STILE
2000 persone contraggono l’influenza suina e ci si mette la mascherina…
25 milioni di persone con AIDS e non ci si mette il preservativo…
PANDEMIA DI LUCRO
Che interessi economici si muovono dietro l’influenza suina?
Nel mondo, ogni anno, muoiono milioni di persone, vittime della malaria, i notiziari di questo non parlano…
Nel mondo, ogni anno muoiono due milioni di bambini per diarrea che si potrebbe evitare con un semplice rimedio che costa 25 centesimi..
I notiziari di questo non parlano…
Polmonite e molte altre malattie curabili con vaccini economici, provocano la morte di 10 milioni di persone ogni anno.
I notiziari di questo non parlano…
Ma quando comparve la famosa influenza dei polli… i notiziari mondiali si inondarono di notizie… un’epidemia e più pericolosa di tutte, una pandemia!
Non si parlava d’altro, ciò nonostante questa influenza causò la morte di 250 persone in 10 anni…
25 morti l’anno!!
L’influenza comune, uccide ogni anno mezzo milione di persone nel mondo.
…Mezzo milione contro 25.
E quindi perché un così grande scandalo con l’influenza dei polli?
Perché dietro questi polli c’era un “grande gallo”.
La casa farmaceutica internazionale Roche con il suo famoso Tamiflu, vendette milioni di dosi ai paesi asiatici.
Nonostante il vaccino fosse di dubbia efficacia, il governo britannico comprò 14 milioni di dosi a scopo preventivo per la sua popolazione.
Con questa influenza, Roche e Relenza, ottennero milioni di dollari di lucro.
Prima con i polli, adesso con i suini:
e così adesso è iniziata la psicosi dell’influenza suina. E tutti i
notiziari del mondo parlano di questo.
E allora viene da chiedersi: se dietro l’influenza dei polli c’era un grande gallo, non sarà che dietro l’influenza suina ci sia un “grande porco?”.
L’impresa nord americana Gilead Sciences ha il brevetto del Tamiflu.
Il principale azionista di questa impresa è niente meno che un personaggio sinistro, Donald Rumsfeld, segretario della difesa di Gorge Bush, artefice della guerra contro l’Iraq…
Gli azionisti di Roche e Relenza si stanno fregando le mani… felici per la nuova vendita milionaria.
La vera pandemia è il guadagno, gli enormi guadagni di questi mercenari della salute…
Se l’influenza suina è così terribile come dicono i mezzi di informazione, se la Organizzazione Mondiale della Salute (diretta dalla cinese Margaret Chan) è tanto preoccupata, perché non dichiara un problema di salute pubblica mondiale e autorizza la produzione farmaci generici per
combatterla?
DIFFONDI QUESTO MESSAGGIO COME SE SI TRATTASSE DI UN VACCINO, PERCHE’ TUTTI CONOSCANO LA REALTA’ DI QUESTA “PANDEMIA”.
Dr. Carlos Alberto Morales Paità

Set
22

Terremoti

Categoria Pensieri

E’ da alcuni anni che mi pongo la stessa domanda, fondata più che altro su alcuni elementi logici e forse poco scientifici, ma comunque condivisibili.

La domanda è se i terremoti e gli eventi che sconvolgono la superficie della terra sono collegati o comunque tutti dovuti ad eventi anche lontani nel tempo tra loro.

Probabilmente c’è da premettere che i geologi e gli studiosi potrebbero argomentare sull’argomento, smontando la mia teoria, inoltre le mie base “scientifiche” sono poche e più che altro poco approfondite tutte legate alla scuola (la parte delle scienze naturali mi ha sempre affascinato).

La superficie della terra, come tutti sanno, è suddivisa in più parti, con delle zolle tettoniche che galleggiano su di una parte di terra fluida, il magma, che gli permettono di muoversi quasi liberamente. Tali movimenti hanno creato le montagne, gli atolli e i vulcani.

I movimenti sono accompagnati da inevitabili eventi, in parte distruttivi, che tutti conosciamo e che proprio negli ultimi anni stanno accadendo con cadenze molto ravvicinati (terremoti di Umbria ed Abruzzo, eruzioni dell’Etna e altre scosse più o meno forti come intensità). Il motivo di questi terremoti è dovuto all’avvicinamento del continente africano a quello europeo, schiacciando letteralmente l’Italia verso l’ex-Jogoslavia. Motivo per cui esistono gli Appennini e le Alpi, dimostrazione che abitiamo su di una faglia.

Ora se pensiamo al mondo come ad una palla, se si batte su di un lato della palla, in modo più o meno distinto sul lato opposto possiamo percepire le vibrazioni ed il rumore dei colpi, quindi per similitudine se un una delle placche tettoniche si sposta in un punto, le altre per forza di cose si spostano/adattano a tale modifica, creando eventi di varia natura e forza.

Molte volte ai telegiornali vengono date rassicurazioni che gli eventi sismici non sono collegati, anche se vicini nel tempo, probabilmente le rassicurazioni sono date più per non fare agitare la popolazione che per motivi scientifici reali. Basta pensare all’ultimo anno in cui in Italia ci sono stati eventi sismici anche distruttivi, partendo dal terremoto in Abruzzo, con scosse che si sono protratte (penso che tutt’ora, anche se i giornalisti non ne parlano più, la terra stia tremando, anche se in modo impercettibile) nel tempo, poi l’Etna ha iniziato a dare segni di vita (il vulcano è attivo e spesso inizia a riversare lava un po’ ovunque), poco dopo (pochi giorni addietro), la terra ha tremato verso Barberino del Mugello per poi tremare vicino ad Ancona, difficile pensare che i terremoti non siano legati.

Posso credere che se un terremoto si manifesta in Giappone, l’evento non possa crearne un’altro qua da noi, le distanze sono enormi e forse la forza della natura potrebbe essere dispersa, però se gli eventi avvengono in zone tutto sommato vicine, non posso credere che non siano collegati tra loro.

Con questo non voglio spaventare nessuno, non sono un geologo, ma sto solo usando la logica e cerco di capire come il mondo e la natura stessa stanno funzionando. Tanto anche se la mia teoria fosse corretta, agitarsi non servirebbe a nulla, l’unica speranza è di riuscire a rialzarsi dopo che questi eventi si sono sfogati e costruire edifici che possano resistere loro.

La mia vuole essere una teoria, che probabilmente è errata, mi piacerebbe solo discuterne con un geologo esperto in questa materia, io non ne conosco, ma chissà che il mio post possa essere notato da uno di loro.

Set
21

Tecnologia, Stato, efficienza

Categoria Pensieri

Lo so le tre cose messe insieme fanno a botte come i galli due galli nello stesso pollaio e forse potrebbe non esserci nemmeno un vincitore.

Spesso su Youtube e servizi affini si vedono bellissimi video di come le società dei computer vedono, forse vorrebbero vedere, il mondo di domani, rapido, semplice, pratico e completamente digitale, basta pensare al video di come Microsoft vedrebbe l’ospedale di domani o l’idea del nuovo sistema di acquisto ideato da Pay Pal, attraverso cui si potrebbe fare acquisti ovunque.

Poi mi vengono in mente le promesse dello Stato che da parecchi anni parla di e-Government, informatizzazione ed ammodernamento della Pubblica Amministrazione e mi metto a ridere.

Poco tempo fa lo Stato ha obbligato con una legge, di cui non ricordo il numero, tutti i professionisti (le aziende non so) a dotarsi della PEC (posta elettronica certificata, una sorta di raccomandata elettronica) con cui si dovrebbe dialogare con gli enti, ma non sono stati resi noti gli indirizzi mail degli enti, quindi io ho la PEC ma a chi scrivo?

Lo Stato si è poi accorto che la cosa potrebbe essere comoda anche per comunicare con il resto della popolazione, quindi sta studiando (e qui la cosa si fa preoccupante) come dotare tutti di una PEC gratuita (e chi l’ha pagata e la sta pagando che fa?)!

Pubblicizzato anche il processo civile telematico, volto a ridurre i costi ed il volume di carta che si accumula incessantemente nei tribunali, diventando un problema enorme, non tanto per lo spazio quanto per la possibilità di consultare i documenti. Da sperimentatore so solo che la cosa è ferma da mesi, dopo una prima fase di prova da parte degli avvocati, con tanto di mail di accusa su chi ha sbagliato, il tutto si è arrestato.

Chi non ricorda la carte d’identità elettronica? Se ne è parlato nel 2001 e da li non si è fatto nulla, se non rimandare la data di entrata in vigore del documento che sembrava essere la svolta per avere un documento utile, versatile e che sulla carta poteva essere usato per quasi tutto!

Per non parlare poi della carta del Ministero della Salute che ha in parte sostituito il vecchio tesserino del codice fiscale (credo si possa ancora usare quello vecchio) che però non contiene dati se non quelli che vi sono stampati sopra! Il tutto perchè penso manchino le macchinette per aggiornare/aggiungere i dati sopra la tessera, mandando in pensione il vecchio tesserino sanitario.

Alcuni giorni fa mi sono trovato a dover presentare un’istanza all’Agenzia del Territorio per conto di un cliente, una cosa banale e semplice, l’indirizzo di un immobile non era aggiornato, dopo alcuni giorni mi è arrivata una mail che la richiesta non poteva essere evasa (motivo sconosciuto) e di rivolgersi all’ufficio locale. Per fortuna il problema è stato risolto rapidamente e senza dover presentare carta, però la domanda è sempre la stessa, lo Stato vuole ridurre il personale e ridurre il così detto “front office” in favore dei servizi informatici, ma poi di fatto obbliga i cittadini a recarsi di persona nell’ufficio, compilare un modulo ed aspettare che l’istanza venga evasa (solitamente in tempi bibblici!), facendo di fatto aumentare la mole di lavoro e di carta.

Insomma, come sempre, tante parole e pochissimi fatti! Chissà se i nostri politici hanno mai visto Zelig e l’assessore che diceva “più fatti e meno pugnette!”?

Set
18

Terminologie errate

Categoria Pensieri

Non voglio ergermi a depositario dell’italiano (cavoli che terminologie! Si vede che ho studiato? :tongue: ), però noto che i giornalisti in più occasioni si sono dimostrati poco propensi ad utilizzare i termini corretti in base all’argomento, se non addirittura a commettere errori di grammatica durante i loro servizi (l’ultimo errore l’ho sentito durante il Festival di Venezia mentre veniva tradotta l’intervista all’attore Jeremy Irons). Proprio loro che a cadenze regolari parlano di come gli studenti non sanno scrivere in un italiano corretto a causa dell’intenso utilizzo dei cellulari e di internet.

In questo periodo, messa da parte la crisi, si sente parlare sempre del virus H1N1, dei rischi che si possono correre e delle precauzioni da prendere (il sapone questo sconosciuto che molti ignorano) e così via.

Insieme al virus viene usato spesso il termine “pandemia”, solo che la definizione mi sembra andare in contrasto con la realtà dei fatti.

Su Wikipedia si legge:

Una pandemia (dal greco pan-demos, “tutto il popolo”) è una epidemia la cui diffusione interessa più aree geografiche del mondo, con un alto numero di casi gravi ed una mortalità elevata.

Probabilmente i giornalisti usano il termine “pandemia” per il semplice fatto che il virus si sta diffondendo in più condinenti, perà dove sono i numerosi gravi casi e la mortalità? Continuo ad essere molto scettico sulla pericolosità del virus, sempre più spesso si sente dire che sarà un’influenza che richiederà un trattamento specifico, visto che la popolazione non ha sviluppato anticorpi (ed ecco che entra in gioco il vaccino). Personalmente sono più preoccupato delle capacità dei medici, e visti gli ultimi casi di malasanità la cosa mi preoccupa sempre di più, se poi di pensa che se non riconosciuto in tempo (ci si augura che i medici siano istruiti a dovere), una banale influenza può degenerare in complicazioni polmonari e portare con il tempo alla morte, inoltre la normale profilassi non ha effetti ed i vaccini sono ancora in fase di test (per fortuna avanzata), però i casi ci sono ma non sono così numerosi come i giornalisti forse (ma spero di no) vorrebbero, per fortuna i numeri sono molto piccoli e sembrano ancora più insignificanti se rapportati al numero di abitanti del nostro caro globo terracqueo.

Quindi smettiamola di usare termini sensazionalistici per vendere carta!

Set
17

Il template che vorrei

Categoria Pensieri

Doverosa premessa, il mio template mi piace molto, nonostante sia cupo e che una cara amica (sposata da poco) lo abbia in parte criticato perchè grigio, ma non si può accontentare tutti, no?

Comunque è da un bel po’ che mi piacerebbe avere la voglia (il tempo lo troverei) e le capacità per fare un po’ di modifiche, alcune penso le saprei fare ma non ho le idee chiare e di prove non ne ho fatte.

Lasciando inalterata la parte dell’header (dove c’è il titolo, l’immagine e i tasti), aggiungerei solo un box di ricerca, più gradevole da vedere, magari allineato ai tasti e senza il classico bottone “Go” ma con la parola “Cerca” all’interno del box che sparisce quando si digita.

Passando alla barra laterale, li le idee sono più che confuse, Jgor tempo fa mi ha detto che c’era tanta roba e si perdeva un po’ (so che alcune cose sono inutili, ma anche la fuffa è bella da vedere!), però mettere la barra su due linee penalizzerebbe lo spazio dei post, altrimenti si dovrebbe allargare il tutto, ma non sono convinto.

Una modifica che mi piacerebbe veramente tanto è la sezione delle “Categorie”, sostituirei, o meglio aggiungerei delle immagini, per esempio “Garage” lo affiancherei con una macchina, “Pensieri” un cervello e così via, i commenti forse sarebbero meglio con l’avatar del commentatore e con le emoticons funzionanti, credo che il plug-in sia impazzito.

Ed ecco il footer, qua le idee le ho ma ho fatto delle prove e l’impatto non è stato dei migliori, forse sono negato io, mi piacerebbe inserire il logo di WordPress in un angolo e anche il logo di Netsons e modificare l’attuale parte scritta.

Prima del footer ho la navigazione delle pagine del blog, non mi piaceva il classico “Post vecchi” e “Post recenti”, l’idea sarebbe di centrarlo nella pagina e renderlo più simile al resto del blog, ma nonostante le mie prove non ci sono riuscito!

Insomma tutte idee che forse metterò in pratica dopo aver rotto l’anima a tutti quelli a cui solitamente chiedo (Camu cambia mail! 😉 ), ma non so ancora cosa e come fare.

Set
16

Essere sinceri è pericoloso?

Categoria Pensieri

Non so com’è che siamo finiti a parlarne dopo un matrimonio, comunque in macchina con Andre, la Eli e la mia metà abbiamo intavolato una discussione proprio sulla sincerità e sugli effetti che può provocare, probabilmente il tutto era condito con il cibo del banchetto e dal vino.

Dopo una lunga discussione, dove io mi sono contrapposto al pensiero altrui, che comunque rispetto, dove ho cercato di spiegare che preferisco una persona che mi parla in modo chiaro e senza troppe falsità, poichè io faccio fatica a fare “buon viso a cattivo gioco” ed il più delle volte mi espongo apertamente, ho ascoltato che l’essere troppo sinceri alla lunga è pericoloso, un po’ perchè la vita è una ruota e le cose possono tornarci indietro, un po’ perchè chi si trova dall’altra parte potrebbe non apprezzare la cosa, diventando automaticamente un nemico!

Sono anche dell’opinione che il mondo funzionerebbe meglio se si evitasse di essere diplomatici, dando un colpo al cerchio ed uno alla batte, però alle volte ci si deve piegare, non tutto è bianco o nero, ma assume infinite sfumature.

Probabilmente nella vita ho commesso più volte l’errore di essere così schietto e quasi freddo, ma capita di agire prima che il pensiero si sia formato nella testa, capendo in ritardo che l’azione era sbagliata, forse a questa mia natura da insetto (ad azione corrisponde una reazione) ho ferito altri, anche senza intenzione.

Ora mi chiedo quanti dicano la verità e quante volte, piuttosto di sapere quanti sono diplomatici e cercano di compiacere il prossimo.

Set
15

Ken Block in Silverstone

Categoria Garage

Rieccolo, Ken Block nuovamente in azione, questa volta per pubblicizzare il gioco Colin McRae Dirt 2! Divertentissime le facce di chi è salito in auto con lui!

Set
15

R.I.P. Patrick Swayze

Categoria Informazioni

Un altro grande dello spettacolo è uscito di scena! Praticamente tutti lo conoscevano e molte donne si erano perse dietro i suoi balletti. Ottimo ballerino e bravo attore, peccato che la malattia non gli abbia dato scampo.

Da TGCom.it

Morto l’attore Patrick Swayze
Il protagonista di Ghost aveva 57 anni

L’attore Patrick Swayze, indimenticabile protagonista di film come "Ghost" e "Dirty Dancing", è morto all’età di 57 anni dopo una lunga lotta contro il cancro al pancreas. Swayze era stato informato della malattia nel gennaio 2008, e dopo un ciclo di chemioterapia la sua salute era migliorata, tanto che aveva ricominciato a lavorare nella serie televisiva "The Beast". Ma all’inizio del 2009 le sue condizioni si erano di nuovo aggravate.