Lo sfogo

Piccoli e grandi sfoghi personali sulle sventure che mi capitano

Feb
10

Libri: Koji Suzuki e la trilogia di Ring

Categoria Libri

Molti conosceranno il film Ring che ha spaventato non poco per l’impatto noir ed horror, ma pochi sanno che la storia è nata in Giappone ed il nome originale è “Ringu” per la penna di Koji Suzuki.

Per chi crede sia inutile leggere il libro, in particolar modo il primo, ma alcune discrepanze dalla storia narrata dai film saltano subito all’occhio.

Per prima cosa c’è da dire che i due film americani sono parzialmente aderenti a quelli giapponese, sia per il numero, 2 quelli americani e 3 quelli giapponesi (Ringu, Ringu C, Ringu 0 Birthday) e per il fatto che solo il primo episodio delle due edizioni è identico in pellicola, ma differente nei personaggi nel libro.

Il resto delle pellicole uscite in seguito è solo ispirato ai fatti narrati nei libri che in realtà portano la storia da tutt’altra parte.

I tre libri hanno un filo conduttore, ma solo nell’ultimo viene spiegato cosè ring e come è stato creato. Forse in quest’ultimo libro la storia viene un po’ snaturata e semplificata, ma restano ancora dei passaggi oscuri.

Consigliata la lettura a chi ha apprezzato i film e che vuole conoscere la vera storia.

Feb
10

Guida all'aggiornamento di WordPress

Categoria Vario

Dovendo passare ad una versione successiva a quella utilizzata per il proprio blog, scaricare l’ultima versione di WordPress dal sito ufficiale e scompattaterla sul proprio hard disk.

Continua a leggere »

Feb
09

Intervista doppia: gioxx incontra losfogo

Categoria Informazioni

Grazie al buon (e disponibile) Camu, eccomi coprotagonista di un’intervista doppia con un’altro abitante del web che risponde al nome di gioxx! Anche se sono convinto che non sempre gli argomenti che tratto abitualmente (passo dalla musica, a video demenziali, sfoghi personali e così via senza una logica) possono non interessare tutti, ma comunque un sentito ringraziamento per l’intervista e un grazia a chi capiterò qua grazie a questa possibilità! 🙂

Ecco l’intervista, invito comunque ad andare a leggerla direttamente al sito originale! 😉

gioxx incontra losfogo
9 febbraio 2009

Voci di corridoio dicono che Maurizio Costanzo sia interessato alla mia rubrica settimanale delle interviste doppie, e che abbia già in mente di contattarmi per propormi uno spazio televisivo  Anche i ragazzi delle Iene di Italia1 (a proposito, ma lo fanno sempre?) guardano con curiosità a questo piccolo spazio, e non è escluso che possiate vedermi un giorno con vestito nero ed occhialoni da Blues Brothers, in giro per la Grande Mela. Mentre farnetico cose senza senso, ti presento i due ospiti di oggi: Gioxx (lettera G, nel seguito) e LoSfogo (indicato con la L), due blog nazional-popolari in cui si parla di tecnologia ma non solo. Il primo ci accoglie con una frase di Kundera: La cosa più brutta della vita è che si vive solo una volta e non saprai mai come sarebbe “se non fossi come sei” nell’intestazione, mentre il secondo ci tiene a precisare che il suo diario parla di piccoli e grandi sfoghi personali sulle sventure che mi capitano.

Raccontaci il tuo risveglio al mattino

G: Aprire gli occhi è e sarà sempre una fatica, a prescindere dall’orario con il quale viene puntata la sveglia. Si buttano i piedi giù dal letto, borbottando parole sconosciute si arriva in bagno per buttarsi dell’acqua ghiacciata in faccia, un bel bicchierone di spremuta d’arancia, un’occhiata alle mail arrivate e poi via: chiavi della macchina, Radio 105 con “Tutto Esaurito”, accompagno in ufficio la dolce metà e fuggo subito dopo verso il mio per affrontare 8 o più ore di lavoro.

L: O mamma, il momento peggiore della giornata (a parte quando si deve pagare le tasse!  ). Direi che inizia con lo stereo che si accende e musica della stazione radio che ascolto sempre. Barcollo fino in bagno, stropicciato, colazione con caffelatte e poi internet, lettura quotidiana di tutti i siti che abitualmente seguo per ricollegare il cervello. Poi ahimè si lavora! 

In base a cosa decidi di includere un blog nel tuo lettore RSS?

G: Ragionamento abbastanza logico, forse migliorabile ma che dà buoni frutti fino ad ora. Si seguono i conoscenti raccolti tra un BarCamp ed un altro (a patto che scrivano articoli interessanti per il sottoscritto), ci si abbona a blog specialistici (riguardanti comunque il settore di interesse, nel mio caso informatica, tecnologia, telefonia e spettacolo), si aggiungono nuove leve potenzialmente capaci di tirare fuori buone realizzazioni, si accettano sempre consigli di gente della quale ti fidi. Non è affatto difficile entrare tra gli abbonati del mio Google Reader, è molto più semplice uscirne, magari scrivendo articoli troppo personali troppo spesso, palesemente marchettari senza dichiararlo e cercando di nasconderlo il più possibile, dedicati alla politica o alla religione a spada tratta per “presa parte” e non secondo un ragionamento obiettivo con tanto di area commenti libera per poterne discutere insieme.

L: Se dicessi che non sono un gran utilizzatore del lettore RSS? Preferisco leggere i blog che seguo accedendo direttamente alle home (utilizzo molto i segnalibri). Sono dell’idea che anche l’occhio ha le sue necessità e i feed sono troppo impersonali e freddi… Preferisco seguire i commenti via mail.

Come nasce la tua esperienza di blogger?

G: Casuale ma non troppo. Avendo in passato gestito un “medio” portale di informazione ora “archiviato tra i gloriosi progetti d’un tempo” ero già molto propenso alla divulgazione di articoli e consigli per mezzo del web che è da sempre il miglior strumento per diffondere a macchia d’olio le informazioni. Il blog è venuto da se. Non volevo smettere di scrivere, ho solo trovato il mezzo per farlo nel miglior modo permettendo agli utenti del web di leggermi solo perché trovano interessanti gli articoli informatici, le inchieste e magari qualche recensione cinematografica basata su esperienza personale e parere soggettivo.

L: Ricordo che ero a casa, durante il mese di agosto, ferie da fare o fatte (non ricordo) e nulla da fare visto che tutti erano via, vista che avevo già realizzato (che parolone) due piccoli siti (uno per il lavoro e uno per l’hobby del PC) scritti in HTML, mi sono detto perchè non provare WordPress? Lo usano in tanti. Ed eccomi qua.

Twitter o facebook, e perché?

G: Entrambi per svariati motivi. Il primo perché è immediato, intuitivo, semplice, un’idea estremamente basilare partita dal basso ed in breve scoppiata e diventata moda per tutti. 140 caratteri che possono spiegare ciò che stiamo facendo o pensando, un metodo più che corretto per parlare al vasto pubblico. Facebook perché permette di raccogliere sotto lo stesso tetto quello che è il LifeStream di un blogger o di una persona normale senza fare distinzione alcuna. Anch’esso partito dal basso e con diverse intenzioni ma scoppiato e diventato strumento di tutti e per tutti. Sono strumenti fantastici messi a disposizione dell’utenza a costo zero, basta solo saperli sfruttare senza abusarne e senza trasformarli in mezzi di propaganda.

L: Sono iscritto a facebook, twitter lo conosco solo di nome, sinceramente non ho ancora capito di cosa si tratta e non mi attira. Facebook è simpatico e utile quando si hanno amici disseminati un po’ ovunque e per sfidarsi con qualche gioco. Personalmente ho integrato i vari account e l’RSS del blog, così si aggiorna in automatico.

Se potessi avere diecimila euro al mese…

L:  Prima di tutto una casa, poi mi toglierei qualche sfizio tecnologico, qualche viaggetto (sicuramente negli States e in Giappone) e poi investimenti (sicuri) per la vecchiaia.

G: Probabilmente mi butterei “a pesce” su idee, nuovi progetti e proposte dal basso. Investirei quei soldi e parte del mio tempo ben volentieri in persone che hanno realmente voglia di trasformare il web 2.0 in qualcosa di innovativo, sempre al passo con i tempi e con quel rapporto così vicino all’utente medio tanto quanto alla massaia di turno che si avvicina per la prima volta a termini per loro sconosciuti (blog, rss, wiki, e via dicendo). Bisogna avere mentalità e potenzialità per tirare fuori una idea tanto banale trasformandola in qualcosa di rivoluzionario e, da quel momento in poi, fondamentale per la quotidianità del navigatore.

Feb
09

Differenze tra uomini e donne

Categoria Humor

😆 Facciamoci due risate! 😆

Gli alimenti impiegano 7 secondi per passare dalla bocca allo stomaco.
Un pelo umano può sopportare il peso di 3 Kg.
Il pene di un uomo medio misura 3 volte le dimensioni del suo pollice.
Il cuore di una donna ha più battiti di quello di un uomo.
In ciascun piede ci sono non meno di un miliardo di batteri.
Le donne battono le ciglia 2 volte più di quelle di un uomo.
La pelle umana pesa 2 volte di più del suo cervello.
Il corpo umano utilizza più di 300 muscoli per mantenersi in piedi in condizioni di equilibrio.
Se la saliva non può sciogliere nessun alimento, non lo si può assaporare.

Le donne hanno già terminato di leggere questo messaggio.
Gli uomini stanno ancora misurando il loro pollice.

Feb
09

Guida all'uso di Sygate Personal Firewall

Categoria Vario

Prima di tutto si deve scaricare dal sito del produttore il file d’installazione.

Per procedere all’installazione del programma si deve avviare la procedura, clicchiamo due volte sul file appena scaricato e seguiamo le istruzione a schermo. Continua a leggere »

Feb
08

Special cars: Citroen DS

Categoria Garage

Nel lontano 1955 la Citroen decise di mettere in produzione una vettura che per vent’anni e non solo ha attirato non pochi sguardi al suo passaggio, questa macchina aveva il nome DS e venne soprannominata “Squalo” vista la sua forma sinuosa e notevolmente aerodinamica.

La machina per gli anni in cui venne realizzata era un vero e proprio concentrato di tecnologia e di optional che anche oggi non si trovano di serie su molte vetture di fascia alta.

Tra le cose più curiose e che attirano l’attenzione quando la vetture è ferma sono le sospensioni idrauliche indipendenti con controllo dell’altezza da terra, un sistema meccanico per il controllo dell’alzo dei fari (praticamente l’equivalente odierno del livellatore automatico per i fari allo Xenon), servosterzo e radio.

La produzione è durata 20 anni e durante questo periodo è stata anche protagonista di alcune produzioni cinematografiche e fumetti, grazie proprio alla sua forma inconfondibile e molto futuristica.

Oggi se ne trovano poche e sono oggetto delle attenzione dei collezionisti, ma qualche giorno fa è stato comunicato dalla casa francese che per il 2010 è in studio una riedizione della DS che tanto ha insegnato e tanto fa ancora sognare.

Feb
08

Speed Dial di Opera 9.x

Categoria Tips & Tricks

Dalla versione 9.x del browser Opera, ottima alternativa ad Internet Explorer e Firefox, è stata inserita una novità, lo Speed Dial e cioè una pagina che all’apertura del browser ci mostra una serie di piccole miniature di siti web su cui cliccare per accerdervi. Continua a leggere »

Feb
07

Guida all'uso di Spybot Seek & Destroy

Categoria Vario

Prima di tutto si deve scaricare dal sito del produttore il file d’installazione.

Per procedere all’installazione del programma si deve avviare la procedura, clicchiamo due volte sul file appena scaricato e seguiamo le istruzione a schermo. Continua a leggere »

Feb
07

Ripristinare icone nel tray

Categoria Tips & Tricks

E’ riconosciuto che in Windows XP alle volte possa presentarsi un problema con il corretto caricamento delle icone nel tray (l’area della barra dove si trova l’orologio), infatti il più delle volte i programmi sono correttamente avviati. Continua a leggere »

Feb
07

Guida all'uso di Spywareblaster

Categoria Vario

logo_spywareblasterPrima di tutto si deve scaricare dal sito del produttore il file d’installazione.

Per procedere all’installazione del programma si deve avviare la procedura, clicchiamo due volte sul file appena scaricato e seguiamo le istruzione a schermo. Continua a leggere »